Guida per l’acquisto di case in montagna

Se cerchi una seconda casa in montagna ci sono molti fattori da considerare e da valutare bene di persona prima di procedere con l’acquisto.
Spesso alcune soluzioni in montagna sembrano “affari” per il prezzo basso ma dobbiamo analizzarla bene prima di considerarla un ottimo acquisto.
Le principali caratteristiche di una casa di montagna:
- Raggiungibilità soprattutto in inverno; San Tomaso Agordino, ad esempio, si raggiunge sempre facilmente con i soli pneumatici invernali e senza catene anche dopo abbondanti nevicate grazie all’ottimo lavoro dei mezzi comunali per lo sgombero neve.
- Posizione, se la casa è nel centro di un borgo di montagna spesso è accerchiata da altre abitazioni, mentre se ha di fronte la valle..beh quell’immobile avrà un valore decisamente superiore e sarà più facilmente rivendibile in futuro.
- Esposizione: ovviamente si cerca sempre la casa in montagna baciata dal sole, il lato sud quindi è il più richiesto ma non scartiamo nemmeno quelli ad est/ovest se con vista panoramica o con gli spazi interni perfetti per le nostre esigenze.
- Vista: dipende molto dai gusti, le soluzioni con vista sulla valle sono di sicuro le più ricercate e rilassano di più il proprietario che si gode la  nuova casa in montagna appena acqusitata. San Tomaso Agordino offre un panorama mozzafiato sul Civetta, una finestra sulla valle è come un bellissimo quadro naturale che cambia colori ad ogni ora del giorno e in ogni stagione.
- Ore di sole: chiaramente la stagione meno luminosa è l’inverno, cerchiamo quindi le case in montagna che anche in questa stagione siano baciate dal sole.  L’immobile sarà più sano, asciutto e soprattutto caldo con una minor probabilità che l’impianto idraulico si ghiacci nel periodo in cui non viene utilizzato.
- Anno di costruzione: personalmente tendo a non trattare case “vecchie” perchè mancano tutte quelle garanzie (dall’impianto alla coibentazione etc..) che danno sicurezze e certezze all’acquirente che investe somme importanti nella seconda casa. Le case vecchie a volte sembrano buoni affari perchè costano poco ma spesso celano impianti vecchi, canne fumarie non più a norma, o addiruttura hanno vincoli storici/comunali per cui risulta difficile una futura ristrutturazione, un po’ per limiti burocratici, un po’ per limiti fisici/tecnici, ad esempio è impensabile rifare l’impianto idraulico e gli scarichi se questi passano nell’appartamento sottostante il cui proprietario non vuole spendere denaro.
- Classe energetica: una buona classe energetica garantisce già in parte un buon investimento perchè la clientela è sempre più attenta alle certificazioni dei materiali utilizzati ed è sempre più sensibile ai consumi. Una buona coibentazione della casa in montagna, ovviamente in inverno, non solo permette di spendere meno per portarla alla temperatura ideale per il week end (in poco tempo, meglio ancora se con controllo a distanza) ma anche previene o addirittura azzera la possibilità che l’impianto idraulico si congeli evitando di fatto eventuali danni esosi. Vivere poi in classe A..è uno spettacolo, d’inverno senza alcun riscaldamento la temperatura in casa non è mai scesa sotto i 10°.
- Finiture: sui gusti non si discute ma il livello qualitativo delle finiture incide molto sul prezzo totale della casa in montagna; sono disponibile in fase di visita a far notare le caratteristiche tecniche di ogni singolo materiale scelto in fase costruttiva.